Home > Attività sul territorio > Didattica > Incontro sul tema "Curare la tubercolosi a Roma: l'Ospedale Forlanini"
06/05/2017

Incontro sul tema "Curare la tubercolosi a Roma: l'Ospedale Forlanini"

Incontro sul tema "Curare la tubercolosi a Roma: l'Ospedale Forlanini"
Tipologia: Iniziativa didattica

Incontro per docenti e studenti universitari a cura di Maria Conforti e Alessandro Aruta.

Educare alla città: luoghi e temi della scienza

L'ospedale Forlanini, inizialmente chiamato "Istituto Benito Mussolini", viene inaugurato nel 1934 come progetto sanitario e modello architettonico all'avanguardia nella cura della tubercolosi.
La progettazione, eseguita dall'Ufficio Costruzioni Sanatoriali dell'INPS, in accordo con gli esiti realizzativi dei più importanti complessi sanatoriali d'Europa e del mondo, rappresenta la materializzazione delle idee di profilassi e di terapia nel periodo che di poco precede la diffusione dei sulfamidici e della penicillina: realizzare una 'cittadella autosufficiente', in grado sia di isolare e curare i malati di tisi, sia di ospitare medici, infermieri ed altre professionalità impiegate a vario titolo.
Con sale distribuite lungo i due lati del corridoio dell'ala destra dell'edificio principale dell'Istituto, nel 1941, viene allestito il Museo Anatomico "Eugenio Morelli", che rappresenta oggi, oltre al complesso architettonico ospedaliero, l'altro esito materiale a testimonianza - in questo caso soprattutto didattica - della cultura scientifico-sanitaria del tempo. La storia del museo principia con l'acquisizione da parte del Direttore, e senatore della Repubblica, Eugenio Morelli (1881- 1960) del museo itinerante appartenuto al preparatore austriaco Sig. Krutzner, assunto come tecnico dell'allora istituendo museo.
Nel tempo la collezione originaria si è arricchita di nuove preparazioni realizzate con tecniche diverse, in taluni casi molto innovative, fino alla strutturazione di un percorso comprendente oltre duemila reperti suddivisi in quattro sezioni museali: Anatomia Umana Normale, Anatomia Patologica, Anatomia Radiologica, Anatomia Chirurgica.
Maria Conforti  insegna Storia della Medicina alla Sapienza, Università di Roma.
La sua ricerca si concentra sulla medicina italiana di età moderna, vista nei suoi aspetti comunicativi (accademie, periodici) e di pratica medica (chirurgia, anatomia, medicina delle donne).
Alessandro Aruta è il curatore dei musei dell'Area di antropologia, medicina e anatomia comparata del Polo Museale Sapienza. Si è occupato di museologia medico-scientifica, sia in relazione al ruolo tecnico che riveste, sia per quanto riguarda i propri interessi relativi alla comunicazione e alla fruizione di collezioni didattiche a soggetto medico.

Informazioni

Orario

Sabato 6 maggio 2017
ore 11.00

Durata: circa 90 minuti

Informazioni e prenotazioni

Incontro gratuito con prenotazione obbligatoria.

Per prenotare telefonare al numero 060608 (tutti i giorni dalle 9.00 alle 19.00)
Max 60 persone.

È previsto il rilascio dell’attestato di formazione.

CREDITI FORMATIVI SAPIENZA UNIVERSITÀ DI ROMA
La partecipazione a cinque incontri, attestata, dà diritto agli studenti dei Corsi di: Studi storico-artistici (triennale); Storia dell’arte (magistrale); Storia, Antropologia, Religioni (triennale); Scienze storiche (Età moderna-Età contemporanea / magistrale), al riconoscimento di due crediti formativi universitari.

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI ROMA TRE
La partecipazione a sei incontri, attestata, dà diritto agli studenti dei Corsi di: Scienze dell’Architettura (triennale); Architettura-Progettazione architettonica (magistrale); Architettura-Progettazione urbana (magistrale); Architettura-Restauro (magistrale), al riconoscimento di due crediti formativi universitari.

ACCADEMIA DI BELLE ARTI
La partecipazione ad otto incontri, attestata, dà diritto agli studenti al riconoscimento di due crediti formativi.

Prenotazione obbligatoria

Organizzazione

Sovrintendenza Capitolina ai Beni Culturali

Il programma è realizzato in collaborazione con: Dipartimento Cultura - Archivio Storico Capitolino; Istituzione Biblioteche di Roma; Biblioteca di Storia Moderna e Contemporanea; Istituto Luce Cinecittà s.r.l.; Sapienza Università di Roma - Dipartimento di Storia, Culture, Religioni; Sapienza Università di Roma - Dipartimento
di Storia dell'arte e spettacolo; Università degli Studi Roma Tre - Dipartimento di Architettura; Accademia di Belle Arti; Società Italiana delle Storiche.

Progetto a cura di Nicoletta Cardano.

Il ciclo Educare alla città: luoghi e temi della scienza è ideato e curato da Federica Favino, Dipartimento di Storia, Culture, Religioni - Sapienza Università di Roma.

Attività correlate