Home > Attività sul territorio > Didattica > Incontro e visita alla mostra "Antonietta Raphaël Mafai. Carte"
30/11/2017

Incontro e visita alla mostra "Antonietta Raphaël Mafai. Carte"

Incontro e visita alla mostra "Antonietta Raphaël Mafai. Carte"
Tipologia: Iniziativa didattica

Incontro per docenti e studenti universitari a cura di Giulia Calò e Giulia Mafai

Hashtag: #educaroma

Attraverso la lettura critica della curatrice della mostra dedicata all’artista Antonietta Raphaël Mafai, arricchita della testimonianza diretta e del ricordo della figlia Giulia Mafai, sarà ripercorsa la carriera e la vita privata dell’artista, protagonista, con Mafai e Scipione, della Scuola Romana degli anni Trenta. Le tematiche che idealmente rappresentano anche le sezioni della mostra, quali il nudo, il ritratto, il volto, la maternità e la fertilità, raccontano di un’artista la cui ispirazione, nelle parole della curatrice, è fatta “di richiami alla vita famigliare, alla realtà quotidiana, ma anche alla sua radice ebraica che si afferma come un’articolata questione privata. Così l’opera grafica si palesa come strumento espressivo ricco, complesso e indipendente alla pari della pittura e della scultura stessa”.
La mostra, sviluppata negli spazi del primo piano del Museo Carlo Bilotti, presenta al pubblico circa cinquanta opere grafiche dell’artista, alle quali saranno affiancate alcune sue opere di pittura e scultura, nonché una sezione documentaria con filmati, pubblicazioni e altri materiali.
Giorgia Calò, storica e critica d’arte, Assessore alla Cultura della Comunità Ebraica di Roma, ha curato mostre personali e collettive e scritto vari testi critici, contribuendo con saggi o interventi sulle riviste di settore al dibattito sull’arte contemporanea. Dal 2009 si dedica particolarmente all’arte contemporanea israeliana.

Giulia Mafai, ultima figlia di Mario Mafai e Antonietta Raphaël, è una famosa costumista del cinema e del teatro; ha lavorato, fra gli altri, con Vittorio De Sica, Mario Monicelli, Sophia Loren, Marcello Mastroianni. Ha pubblicato diversi testi sulla Storia del Costume o dedicati alla storia della sua famiglia, tra i quali La ragazza con il violino.

Informazioni

Orario

Giovedì 30 Novembre 2017
ore 16.00

durata: circa 90 minuti

Le date degli appuntamenti potrebbero subire variazioni che saranno indicate sulle pagine web della Sovrintendenza e del Sistema Musei Civici e comunicate tramite e-mail.

Biglietto iniziativa

Incontri gratuiti con prenotazione obbligatoria.
Per prenotare telefonare al numero 060608 (tutti i giorni dalle 9.00 alle 19.00)
Numero di persone limitato a seconda dell'incontro.

È previsto il rilascio dell’attestato di formazione.

CREDITI FORMATIVI SAPIENZA UNIVERSITÀ DI ROMA
La partecipazione a cinque incontri, attestata, dà diritto agli studenti dei Corsi di: Studi storico-artistici (triennale); Storia dell’arte (magistrale); Storia, Antropologia, Religioni (triennale); Scienze storiche (Età moderna-Età contemporanea / magistrale), al riconoscimento di due crediti formativi universitari.

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI ROMA TRE
La partecipazione a sei incontri, attestata, dà diritto agli studenti dei Corsi di: Scienze dell’Architettura (triennale); Architettura-Progettazione architettonica (magistrale); Architettura-Progettazione urbana (magistrale); Architettura- Restauro (magistrale), al riconoscimento di due crediti formativi universitari.

ACCADEMIA DI BELLE ARTI
La partecipazione ad otto incontri, attestata, dà diritto agli studenti al riconoscimento di due crediti formativi.

Informazioni e prenotazioni

Tel. 060608 tutti i giorni dalle 9.00 alle 19.00

Prenotazione obbligatoria: max 30 persone

Organizzazione

Sovrintendenza Capitolina ai Beni Culturali

Progetto a cura di Nicoletta Cardano

Il ciclo I luoghi della scienza a Roma. Collezioni e musei è ideato e curato da Federica Favino, Dipartimento di Storia, Culture, Religioni - Sapienza Università di Roma.
Il ciclo La città delle donne: fonti e narrazioni è ideato e curato dalla Società Italiana delle Storiche.
Collaborano alla realizzazione del programma i Volontari del Servizio Civile Nazionale, progetto della Sovrintendenza Capitolina “Educhiamo Insieme”.
Si ringrazia la Fondazione Primoli.

Attività correlate